INFORMAZIONI
SUL CUORE

Articoli on-line 313
ultimo aggiornamento
25 ottobre 2018

      
per diffondere l'autocoscienza sanitaria  -  per ricordare costantemente che "prevenire è meglio che curare" -   per diffondere pratiche mirate a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari   -   per aiutare lo svolgimento di attività fisiche   --   per concorrere a rendere abitudinari stili di vita corretti

Articoli visitati 439261
Sito sponsorizzato da AstraZeneca S.p.A

DOMANDE A CUORE SANO

RUBRICHE

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE
  • Scopo ed atti
  • Cuore in Piazza
  • Cardiologie aperte
  • Attività sociali
  • Attività di prevenzione
  • Cuore Amico

  • CARDIOLOGIA S.SPIRITO
  • Attività del Reparto
  • RIABILITAZIONE
  • Storia del Santo Spirito

  • CONOSCERE IL CUORE

    note

    NOTIZIE PRATICHE
  • Pillole di Salute...
  • ...Salute in pillole
  • Ricette

  • SCIENZA & SALUTE
  • Alimentazione
  • Farmaci

  • TESTIMONIANZE

    AUTORI

    INDICE GENERALE

    Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    a cura di
    Luciano De Vita (Editore)
    On line copyright
    2002-2018 by LDVRoma


    Sito realizzato con il sistema
    di pubblicazione Spip
    sotto licenza GPL

    Rubrica: TESTIMONIANZE

    Nessun segnale premonitore, e la Pasqua non fu di festa

    A colloquio con la “matricola” della palestra
    venerdì 24 settembre 2010

     

    E’ ancora fresco di infarto, di stent, di palestra. Ancora avverti in lui certi tratti d’incertezza. Ma a dargli sprint e speranza di una piena ripresa c’è la palestra che frequenta disciplinatamente al mattino, di prim’ora, sfidando una lunga traversata di Roma, dalla Cristoforo Colombo al Santo Spirito. Francesco Barea, 71 anni, due figli, faceva il ferroviere. Tutto, in salute, era filato liscio sino a questa primavera.

    Poi che cosa è successo?

    “E’ successo che ai primi di aprile, giusto il venerdì santo, mi sono sentito male. Compressione al petto, sudore, smarrimento. Sono andato al pronto soccorso del Cto. Infarto. Mi hanno trasferito al Santo Spirito. E l’indomani mi hanno messo due stent nelle coronarie.”

    Avevi avuto qualche segnale premonitore?

    “Nulla. E’ vero che non avevo mai fatto qualche controllo specifico, ma mi piace camminare. E camminavo, eccome, senza avvertire disturbi da affaticamento.”

    E poi, quando sei uscito dall’ospedale, come si sei sentito?

    “Un po’ spaesato. Chi mi diceva che la mia vita cambiava da così a così. Chi mi raccomandava di non fare sforzi. Ognuno diceva la sua: il mare no perché c’è il sole a picco, la montagna manco a parlarne. Io mi sono fidato solo dei cardiologi del Santo Spirito, e della loro insistita raccomandazione: in palestra appena stabilizzato. E in palestra sono andato, appena loro hanno deciso che era il momento.”

    Come ti sei trovato in palestra?

    “Mi sono sentito meglio, molto meglio. Fisicamente: gli esercizi mi stanno rimettendo in forma, persino il mal di schiena mi sta passando, una mano santa. Psicologicamente: stare tra colleghi serve molto, ti consente di socializzare la nostra comune condizione, ti spinge a cercare di imitare chi ha maggiore esperienza e maggiore pratica con gli esercizi.”

    E quando non vieni in palestra, fai comunque qualche esercizio fisico?I medici raccomandano di camminare almeno una mezz’ora al giorno. E un grande primario cardiologo del Santo Spirito, il prof. Vincenzo Ceci, raccomandava di camminare così spediti da non vedere che cosa c’è nelle vetrine dei negozi…

    “L’ho detto: a me piace camminare, eccome se lo faccio. Sino a quando mi reggono le gambe. E la palestra mi aiuta molto anche a migliorare le forma.”


    AVVISI SOCIALI
    5 x 1000 a CUORE SANO
    C.F. 96255480582
    Associazione Cuore Sano Onlus
    presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale 
    S. Spirito in Roma
    Lungotevere in Sassia 9,  00193 Roma
    Conto Corrente Postale 1031536970
    SITO AMICO