INFORMAZIONI
SUL CUORE

Articoli on-line 313
ultimo aggiornamento
25 ottobre 2018

      
per diffondere l'autocoscienza sanitaria  -  per ricordare costantemente che "prevenire è meglio che curare" -   per diffondere pratiche mirate a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari   -   per aiutare lo svolgimento di attività fisiche   --   per concorrere a rendere abitudinari stili di vita corretti

Articoli visitati 437062
Sito sponsorizzato da AstraZeneca S.p.A

DOMANDE A CUORE SANO

RUBRICHE

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE
  • Scopo ed atti
  • Cuore in Piazza
  • Cardiologie aperte
  • Attività sociali
  • Attività di prevenzione
  • Cuore Amico

  • CARDIOLOGIA S.SPIRITO
  • Attività del Reparto
  • RIABILITAZIONE
  • Storia del Santo Spirito

  • CONOSCERE IL CUORE

    note

    NOTIZIE PRATICHE
  • Pillole di Salute...
  • ...Salute in pillole
  • Ricette

  • SCIENZA & SALUTE
  • Alimentazione
  • Farmaci

  • TESTIMONIANZE

    AUTORI

    INDICE GENERALE

    Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    a cura di
    Luciano De Vita (Editore)
    On line copyright
    2002-2018 by LDVRoma


    Sito realizzato con il sistema
    di pubblicazione Spip
    sotto licenza GPL

    Rubrica: CONOSCERE IL CUORE

    Il cuore si rigenera da solo

    Importante scoperta di scienziati svedesi, Nuove strade per la cura delle cardiopatie
    sabato 2 aprile 2011

     

    Si aprono nuove possibilità di cura delle malattie cardiovascolari, in continuo aumento se si pensa che entro il 2020 è previsto un incremento pari nell’uomo al 137% nei paesi in via di sviluppo e al 60% nei paesi sviluppati nell’uomo, e nella donna al 127% nei paesi in via di sviluppo e 30% nei paesi sviluppati. Queste possibilità sono date dalla sensazionale scoperta fatta da un gruppo di scienziati svedesi guidati dal dott. Jonas Frisen, dell’Istituto Karolinska di Stoccolma, e pubblicata sulla prestigiosa rivista “Science”. La scoperta è questa: circa la metà (50%) delle cellule del cuore si rinnovano completamente nell’arco di una vita normale: 1% l’anno fino a 25 anni di età, 0,5 % l’anno dai 25 ai 75 anni.

    «Credo che, per la medicina cardiovascolare, questo studio sarà sicuramente uno dei più importanti degli ultimi anni» ha detto Charles Murry, ricercatore di cardiologia dell’ Università di Washington a Seattle: «Ciò che abbiamo scoperto dirime una volta per tutte un contenzioso sulla reale possibilità del cuore umano di rigenerarsi da solo». Viene confutato così quello che si riteneva assodato cioè che il cuore non sarebbe in grado di produrre nuove cellule muscolari e che pertanto un individuo sia destinato a morire con le stesse cellule che ha alla nascita.

    Il cuore possiede “cellule staminali” capaci di ricreare cardiomiociti (così si chiamano le cellule cardiache). Il cuore umano “si rigenera da solo” dunque, e i ricercatori sperano ora di sviluppare un farmaco che possa accelerare il processo di rigenerazione cellulare e di utilizzare questo farmaco in caso di attacco cardiaco, non essendo il cuore di fatto in grado di supplire immediatamente alla morte cellulare durante un infarto.

    JPEG - 17.9 Kb

    Il tasso di sostituzione delle cellule può essere misurato negli animali rendendole radioattive e osservando, quindi, con quale velocità subiscono un ricambio. Un esperimento simile, chiamato pulse-labeling (marcatura intermittente), non può essere praticato per motivi etici sugli esseri umani. Sei anni fa proprio il dott. Frisen aveva utilizzato un nuovo metodo per misurare il tasso di sostituzione cellulare dei vari tessuti corporei (l’ età media delle cellule di un adulto può di fatto essere di appena 7-10 anni). Ed aveva anche scoperto che c’ è un’ ampia gamma di età cellulari, da quelle a rapida sostituzione del sangue a quelle permanenti del cervello.

    Secondo il “New York Times” il lavoro dei ricercatori svedesi rappresenta anche una ’vendetta’ per le tesi dello scienziato italiano Piero Anversa, direttore del laboratorio per la medicina rigenerativa alla Harvard Medical School, che é stato per anni una voce solitaria nel sostenere la possibilità di rigenerare cellule muscolari cardiache. Sin dal 1987 Anversa sosteneva infatti che le cellule del muscolo cardiaco erano in grado di rinnovarsi. E c’è un corollario a tutte queste ricerche: la scoperta sembra indicare che esiste la possibilità di trovare strade per ridurre in modo significativo in futuro la necessità di ricorrere a trapianti di cuore.


    AVVISI SOCIALI
    5 x 1000 a CUORE SANO
    C.F. 96255480582
    Associazione Cuore Sano Onlus
    presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale 
    S. Spirito in Roma
    Lungotevere in Sassia 9,  00193 Roma
    Conto Corrente Postale 1031536970
    SITO AMICO