INFORMAZIONI
SUL CUORE

Articoli on-line 313
ultimo aggiornamento
25 ottobre 2018

      
per diffondere l'autocoscienza sanitaria  -  per ricordare costantemente che "prevenire è meglio che curare" -   per diffondere pratiche mirate a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari   -   per aiutare lo svolgimento di attività fisiche   --   per concorrere a rendere abitudinari stili di vita corretti

Articoli visitati 439261
Sito sponsorizzato da AstraZeneca S.p.A

DOMANDE A CUORE SANO

RUBRICHE

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE
  • Scopo ed atti
  • Cuore in Piazza
  • Cardiologie aperte
  • Attività sociali
  • Attività di prevenzione
  • Cuore Amico

  • CARDIOLOGIA S.SPIRITO
  • Attività del Reparto
  • RIABILITAZIONE
  • Storia del Santo Spirito

  • CONOSCERE IL CUORE

    note

    NOTIZIE PRATICHE
  • Pillole di Salute...
  • ...Salute in pillole
  • Ricette

  • SCIENZA & SALUTE
  • Alimentazione
  • Farmaci

  • TESTIMONIANZE

    AUTORI

    INDICE GENERALE

    Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    a cura di
    Luciano De Vita (Editore)
    On line copyright
    2002-2018 by LDVRoma


    Sito realizzato con il sistema
    di pubblicazione Spip
    sotto licenza GPL

    Rubrica: TESTIMONIANZE

    Quando un by pass chiude una lunga carriera di stent

    L’intervista al paziente: stavolta un giornalista
    sabato 2 aprile 2011

     

    Non è un caso se, tra i malanni che possono capitare ai giornalisti, le cardiopatie abbiano un fortissimo peso: lo stress da notizia, il disordine degli orari e dell’alimentazione, la sostanziale sedentarietà, il fumo sono caratteristiche professionali di quello che da taluno viene ritenuto “il mestiere più bello del mondo”. Bene, e non sarà quindi solo un caso se nella palestra di riabilitazione del S. Spirito si siano ritrovati (stesso primo turno dei giorni pari) ben quattro giornalisti su una dozzina di pazienti. Tra questi c’è Nino Bertoloni Meli, 59 anni, moglie e due figli, firma del “politico” del Messaggero. Benché giovane, ha già alle spalle “una lunga carriera di malanni di cuore”, quasi un primatista benché si riveli, in cyclette e negli esercizi, in perfette (ora) condizioni non solo fisiche ma anche psicologiche.

    Com’è e quando è cominciata la tua “carriera” di cardiopatico?
    E’ cominciata nove anni addietro: qualche attacco di angina, un primo stent. Non bastò. Seguì una seconda coronarografia, ed un secondo stent. La storia è andata avanti per anni, ho sommato una dose industriale di questi affarini, sempre nella stessa coronaria: nove stent, fedele cliente del Centro cardiologico Monzino di Milano. Fedele ma infelice: da buon coniglio avevo sempre evitato un intervento risolutore. Sino a quando…

    Sino a quando non ti ha visitato, qui al S. Spirito, il primario cardiologo Roberto Ricci…
    Già Ricci: una visita accurata, qualche esame di routine e poi, seppur con le cortesi ma decise forme che gli son proprie, la sentenza: i tempi sono maturi per un intervento di by pass. Eppure, malgrado il suo sensato consiglio, mi sono rifugiato ancora negli stent. Poi però la situazione ha rischiato di precipitare.

    JPEG - 16 Kb

    E tu, finalmente, ti sei spogliato della pelle di coniglio?
    Sì, e allora sono tornato al Monzino ed ho deciso di farmi operare. Ma, attento: ho fatto con me stesso un ragionamento opposto a quello che un nostro grande collega – Enzo Biagi, tre volte by passato – sosteneva, e cioè di esser passato per tre volte dalla morte alla vita. No, io sono tornato lì per vivere meglio, per riconquistare la mia tranquillità. E così è stato.

    Poi la riabilitazione, qui da noi e con noi.
    Assolutamente necessaria, me ne sono reso conto sin dalla prima seduta: per riprender fiato, per far funzionare daccapo i polmoni a pieno ritmo, per cominciare a sentirmi in forma, in forma nuova. E anche per socializzare questa esperienza, per condividerne i progressi, per verificare giorno per giorno le novità. Sai che la mia passione è la bicicletta. Beh, ho ripreso anche a pedalare. E non solo sulla cyclette, qui in palestra, eh?


    AVVISI SOCIALI
    5 x 1000 a CUORE SANO
    C.F. 96255480582
    Associazione Cuore Sano Onlus
    presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale 
    S. Spirito in Roma
    Lungotevere in Sassia 9,  00193 Roma
    Conto Corrente Postale 1031536970
    SITO AMICO