INFORMAZIONI
SUL CUORE

Articoli on-line 313
ultimo aggiornamento
25 ottobre 2018

      
per diffondere l'autocoscienza sanitaria  -  per ricordare costantemente che "prevenire è meglio che curare" -   per diffondere pratiche mirate a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari   -   per aiutare lo svolgimento di attività fisiche   --   per concorrere a rendere abitudinari stili di vita corretti

Articoli visitati 439189
Sito sponsorizzato da AstraZeneca S.p.A

DOMANDE A CUORE SANO

RUBRICHE

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE
  • Scopo ed atti
  • Cuore in Piazza
  • Cardiologie aperte
  • Attività sociali
  • Attività di prevenzione
  • Cuore Amico

  • CARDIOLOGIA S.SPIRITO
  • Attività del Reparto
  • RIABILITAZIONE
  • Storia del Santo Spirito

  • CONOSCERE IL CUORE

    note

    NOTIZIE PRATICHE
  • Pillole di Salute...
  • ...Salute in pillole
  • Ricette

  • SCIENZA & SALUTE
  • Alimentazione
  • Farmaci

  • TESTIMONIANZE

    AUTORI

    INDICE GENERALE

    Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    a cura di
    Luciano De Vita (Editore)
    On line copyright
    2002-2018 by LDVRoma


    Sito realizzato con il sistema
    di pubblicazione Spip
    sotto licenza GPL

    Rubrica: TESTIMONIANZE

    L’esperienza di un geologo: tre stent e poi la palestra al S. Spirito

    “E pensare che temevo di finire nel vortice della malasanità pubblica”
    mercoledì 28 gennaio 2009

     

    Un malessere improvviso, un provvidenziale ricovero al Santo Spirito, la decisione del direttore dell’Emodinamica Alessandro Danesi di piazzargli tre stent nelle coronarie prima che il malessere si trasformasse in infarto. “E dire che sulla sanità pubblica ero prevenuto, che temevo di finire nel vortice della malasanità. Invece ho trovato alta professionalità, molta umanità, un clima confortevole prima, durante e dopo”. Chi parla, sei mesi dopo la coronarografia e gli stent, è Dario Terribili, moglie e due figli, 53 anni portati molto bene, geologo all’Agenzia per la protezione dell’ambiente. Non fumatore, tennis, ma qualche cardiopatia in famiglia che avrebbe consigliato qualche controllo in prevenzione.

    - C‘è stato qualche segnale premonitore del malessere che ti ha portato in ospedale?
    - “Assolutamente nessuno. Stavo bene, o meglio: credevo di star bene sino a quel giorno del febbraio di quest’anno. Si vede che forse ci sarebbe voluto qualche controllo su che cosa stava silenziosamente maturando nel mio organismo. Ma oramai la frittata era fatta. Che, aggiungo, non ha avuto però pesanti conseguenze psicologiche del tipo ‘che botta, come farò a riprendermi?’. In fondo solo a posteriori mi sono reso conto di essere stato male, di avere rischiato grosso.”

    JPEG - 41.9 Kb
    Il geologo Dario Terribili

    53 anni, moglie e due figli

    - E ora che il pericolo è passato?
    - “Vivo una vita adeguata al mio nuovo stato ma, intendiamoci, con molta serenità: nessun sacrificio insopportabile, la sensazione di star bene, il piacere – perché è davvero un piacere – di frequentare la palestra per la riabilitazione.”

    - Perché insisti sulla riabilitazione come un vero piacere?
    - “Per lo stesso motivo per cui il ricovero al Santo Spirito ha liquidato le mie prevenzioni sulla malasanità pubblica. La palestra è, non credo solo per me, uno strumento non solo di riabilitazione ma anche di socializzazione. Di socializzazione in positivo: qui non vedo un ambiente di ‘malati’, non vivo tra ‘sofferenti’. E’ – come dire? – un convivio molto piacevole, dove si discute, si lavora grazie a formidabili fisioterapiste, si esce ogni volta soddisfatti di vivere. E vivere bene. Non voglio di più. Ma questo lo voglio.”


    AVVISI SOCIALI
    5 x 1000 a CUORE SANO
    C.F. 96255480582
    Associazione Cuore Sano Onlus
    presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale 
    S. Spirito in Roma
    Lungotevere in Sassia 9,  00193 Roma
    Conto Corrente Postale 1031536970
    SITO AMICO