INFORMAZIONI
SUL CUORE

Articoli on-line 313
ultimo aggiornamento
25 ottobre 2018

      
per diffondere l'autocoscienza sanitaria  -  per ricordare costantemente che "prevenire è meglio che curare" -   per diffondere pratiche mirate a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari   -   per aiutare lo svolgimento di attività fisiche   --   per concorrere a rendere abitudinari stili di vita corretti

Articoli visitati 440701
Sito sponsorizzato da AstraZeneca S.p.A

DOMANDE A CUORE SANO

RUBRICHE

ATTIVITÀ ASSOCIAZIONE
  • Scopo ed atti
  • Cuore in Piazza
  • Cardiologie aperte
  • Attività sociali
  • Attività di prevenzione
  • Cuore Amico

  • CARDIOLOGIA S.SPIRITO
  • Attività del Reparto
  • RIABILITAZIONE
  • Storia del Santo Spirito

  • CONOSCERE IL CUORE

    note

    NOTIZIE PRATICHE
  • Pillole di Salute...
  • ...Salute in pillole
  • Ricette

  • SCIENZA & SALUTE
  • Alimentazione
  • Farmaci

  • TESTIMONIANZE

    AUTORI

    INDICE GENERALE

    Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
    a cura di
    Luciano De Vita (Editore)
    On line copyright
    2002-2018 by LDVRoma


    Sito realizzato con il sistema
    di pubblicazione Spip
    sotto licenza GPL

    Informazione ed articoli su come mangiare e ottime ricette

    Articoli nella Rubrica
    Alimentazione
      
    Un guscio che cela benefiche proprietà
    mercoledì 10 ottobre 2012
    Un lettore ci ha scritto: mi hanno consigliato di mangiare tre noci al giorno per accrescere la protezione del cuore. Sarà vero? Sì è vero: tra le proprietà benefiche attribuite al consumo di (poche) noci ci sono la riduzione del colesterolo Ldl; la protezione da attacchi cardiaci e ictus; la riduzione della pressione e un rischio inferiore di sviluppare il diabete mellito. Queste proprietà sono confermate da numerosi studi, come spiega il biologo nutrizionista Massimiliano Matteoni. Intanto, (...)

      
    Ma attenzione agli olii e alla qualità del pesce
    mercoledì 13 giugno 2012 di La Redazione
    Il comitato intergovernativo dell’Unesco per la salvaguardia del patrimonio immateriale dell’umanità ha confermato di avere iscritto la dieta mediterranea nella prestigiosa lista. E’ un segnale importante del valore che, insieme ad una quotidiana attività fisica e al non-fumo, ha un’alimentazione sana, sostanzialmente frugale, basata su cereali e legumi locali, olio di oliva, frutta anche secca, verdure e insalate, pesce e poca carne (possibilmente bianca) e un moderato consumo di vino rosso ai (...)

      
    Come il pesce azzurro, anche questo frutto contiene ottime quantità di grassi “buoni”
    mercoledì 13 giugno 2012
    Ora che non è più un frutto esotico (e quindi relativamente caro) e che si produce persino in Sicilia, è il caso di arricchire di quando in quando la dieta mediterranea anche dell’avocado: è ricco di grassi (l’89%) e povero di carboidrati (solo il 3%), il che s’appaia quindi con di 60-80 gr. di pasta e una insalata. Ce ne sono di varie specie: Ettinger e Fuerte le più comuni, Nabal e la Hass che è considerato da molti l’avocado dal sapore più intenso. Si è detto che la quantità dei grassi rende (...)

      
    Ne consumiamo il doppio di quanto è necessario
    sabato 2 aprile 2011 di Luciano De Vita
    Sì, parliamo ancora una volta del sale, del suo consumo eccessivo, dei pericoli per la salute se si supera la quota media giornaliera di cinque-sei grammi. E invece l’italiano medio ne consuma il doppio, da dieci a dodic e persino quattordici grammi al dì. Attenzione ora ai mali che vengono associati anche (ma non solo, d’accordo) ad un consumo eccessivo di sale: ipertensione, malattie cardiocircolatorie, ictus, e poi ancora tumore allo stomaco, osteoporosi, calcoli renali. Come assumiamo il (...)

      
    Calorie prive di grasso, antiossidanti, pectina che riduce il colesterolo “cattivo
    martedì 6 luglio 2010 di Luciano De Vita
    Le chiamano le arance della salute, sono una sorta di vessillo della lotta anticancro, ma si è scoperto che contribuiscono con qualche efficacia alla prevenzione delle malattie del cuore. Sono le cosiddette “rosse” (due varietà: Moro e Tarocco, la prima più piccola della seconda e con polpa più colorata), una specialità siciliana che trova la sua eccellenza, cioè il marchio di indicazione geografica protetta, negli agrumeti del triangolo Catania-Siracusa-Enna. Perché le arance rosse sono una mano (...)

      
    A trent’anni dalla scoperta dei benefici del pesce azzurro
    mercoledì 24 giugno 2009 di Luciano De Vita
    Quanti conoscono l’origine della scoperta dei benefici per il cuore dei grassi acidi Omega 3 (un vero e proprio salvacuore per i potenti effetti sulla protezione delle arterie) contenuti soprattutto nel pesce azzurro, nel pesce povero ma anche nel salmone? Siano molti o pochi, è il caso di ricordare che questo piccolo miracolo della natura e della ricerca chimico-medica ha una origine recente, anzi recentissima, e quasi del tutto casuale. Risale alla fine degli Anni Settanta, quando si scoprì (...)

    Giusto combattere il colesterolo ma non come vogliono le industrie
    giovedì 29 gennaio 2009 di Luciano De Vita
    Una inchiesta de “Il Salvagente” ha appena documentato come certi produttori, anche assai potenti e quindi capaci di influenzare l’opinione pubblica con campagne mediatiche martellanti, promettono di ridurre il colesterolo e salvare le arterie addizionando alimenti a rischio con quell’omega 3 e quei fitosteroli che notoriamente hanno un effetto cardioprotettivo. Si dà tuttavia il caso che il famoso acido ci sia in natura: nel pesce, soprattutto quello azzurro (sarde, acciughe, sgombro, ma anche (...)

    Cattive abitudini alimentari: i bimbi imitano i genitori
    giovedì 29 gennaio 2009 di Luciano De Vita
    Il maggiore (e pessimo) esempio lo danno papà e mamma. Lo dimostra una indagine compiuta da dietologi, pediatri e psicologi dell’ospedale romano del Bambin Gesù sulle abitudini alimentari di seicento famiglie della città. Come dire che l’influenza dell’esempio dei genitori è assai maggiore di quello (pessimo) che danno gli spot pubblicitari passati dalla televisione ad esempio spacciando le maledette merendine come cibo naturale e soprattutto sano. Allora veniamo ai dati, di cui riferisce Elvira (...)

    E come invece ci si dovrebbe alimentare, non solo per il cuore
    giovedì 29 gennaio 2009 di Luciano De Vita
    Aumentare, limitare, preferire, ridurre. Sono le quattro parole-chiave che il cardiologo, il dietologo e in fondo ogni persona dotata di buonsenso applica nel suggerire una alimentazione sana, soprattutto (ma non soltanto) a chi ha disturbi di cuore o ne è predisposto. Cominciamo? AUMENTARE…il consumo di pesce, il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, il consumo di legumi come fagioli, piselli, ceci, fave, lenticchie. I legumi sono una fonte preziosa di proteine, (...)

      
    E’ stata la concorrenza (col vino rosso) a imporre un test con 130mila pazienti!
    mercoledì 28 gennaio 2009 di Luciano De Vita
    Tutti sappiamo che il vino rosso (un bicchiere a pasto, mai a stomaco vuoto) fa bene al cuore per quella sostanza antiossidante, il resveratrolo, che è presente solo in quello. Batti e ribatti sul tasto dei benefici del “rosso” i produttori del bianco, non solo in Italia ma in tutti i paesi produttori in testa la California, hanno chiesto un aiutino a mezzo mondo: cercate di provare che anche il nostro vino fa bene ai cardiopatici. E l’hanno ottenuto. In California, appunto, hanno testato (...)

    I pasti dei giorni caldi: pesce, verdure, frutta
    sabato 24 gennaio 2009 di Giorgio Frasca Polara
    La stagione estiva. Come deve affrontarla a tavola (a casa, in spiaggia, in montagna) il cardiopatico e, in genere, chi vuole mantenersi in forma? Prima regola: bere tanta acqua nel-l’arco della giornata e fuori dai pasti; diciamo una diecina di bicchieri, due litri o poco meno. Acqua del rubinetto, comunque acqua non frizzante, per rimpiazzare il sudore, per mantenere una quota soddisfacente di minerali, per anticipare la sete. Seconda regola: abitudine della prima colazione, cioè ridare (...)

    Minerale o non, l’organismo ne ha bisogno e occorre anticipare lo stimolo della sete
    sabato 24 gennaio 2009 di Giorgio Frasca Polara
    Avete notato quanti turisti si muovono per Roma con una bottiglietta d’acqua in mano? Quei turisti fanno bene, benissimo: e noi romani dovremmo imitarli. Certo, spesso non abbiamo bisogno di portarci dietro la bottiglietta perché abbiamo casa, ufficio, mille occasioni e luoghi in più dei turisti per bere. Ma l’importante è appunto ingerire acqua, acqua semplice. Diciamola tutta: in linea di massima gli esperti suggeriscono di bere almeno due litri d’acqua al giorno. E non solo d’estate, anche se (...)

      
    Consigli per una corretta alimentazione
    Che cosa scegliere?
    mercoledì 23 aprile 2008 di Rita Lucia Putini
    Quando ci si siede a tavola e si sceglie che cosa mangiare, è opportuno tener conto, soprattutto, di tre elementi: considerare le calorie che l’alimento apporta per ciascuna porzione; conoscere la quota dei grassi saturi, dei grassi totali, del colesterolo e del sale che gli alimenti apportano al menù quotidiano; scegliere cibi a basso contenuto di grassi saturi, colesterolo e sale. Dobbiamo considerare tutti i diversi alimenti che vengono assunti nella giornata come parte di un (...)

      
    Meno 10% dei consumi globali, meno 15% del prodotto fresco. In flessione anche e proprio il pesce azzurro ottimo per il cuore
    Solo un terzo del pesce consumato in casa, il resto si mangia al ristorante
    martedì 5 febbraio 2008 di Giorgio Frasca Polara
    Ingiustificato l’aumento dei prezzi. Che fine ha fatto la campagna ministeriale per stimolare il consumo del pesce più economico e salubre? L’allarme lanciato nei giorni scorsi dall’Associazione nazionale delle 19 città del pesce di mare è impressionante e deve essere raccolto non solo dal ministero delle politiche agricole, che ha competenza anche sulla pesca, ma dai medici cardiologi: non solo diminuisce il consumo globale di pesce (-10,1%) ma ancora di più diminuisce il consumo di pesce (...)

      
    Ecco la “Bibbia” del cardiopatico
    sabato 12 gennaio 2008
    [| Molti lettori ci chiedono un vademecum che dia loro una certa tranquillità di non compromettere uno dei principi basilari del buon vivere del cardiopatico: una sana alimentazione (e niente fumo, naturalmente, e camminare, e mantenere un peso-forma). Ci soccorre l’esperienza del dr. Pier Eugenio Nebiolo, del Servizio di dietologia e nutrizione clinica dell’Ospedale regionale della Valle d’Aosta. Pubblichiamo dunque questa sua piccola bibbia del cardiopatico grazie alla cortesia dei colleghi (...)


    RUBRICHE contenute in Alimentazione
  • Ricette
  • AVVISI SOCIALI
    5 x 1000 a CUORE SANO
    C.F. 96255480582
    Associazione Cuore Sano Onlus
    presso il Reparto di Cardiologia dell'Ospedale 
    S. Spirito in Roma
    Lungotevere in Sassia 9,  00193 Roma
    Conto Corrente Postale 1031536970
    SITO AMICO